La Puglia e il turismo sommerso

29 marzo 2013

in Notizie, Turismo e marketing

Accetta i cookie per vedere questo contenuto

puglia

 

Sorprendono le cifre fornite dalla Mercury (http://www.turistica.it/) nel quadro di una indagine commissionata dall’agenzia regionale per il turismo Pugliapromozione per fare luce sul “turismo che non appare“, ovvero quella fetta di turismo che non è rilevata dalle statistiche ufficiali.

L’indagine, presentata qualche giorno fa alla Camera di Commercio di Bari nel corso del workshop “#whereispuglia”, ha rilevato che nel 2011 a fronte di 13,357 milioni di pernottamenti turistici registrati in Puglia ci sarebbero 62,119 milioni di pernottamenti non rilevati, per un totale di 75,656 milioni di pernottamenti comprensivi. In sostanza ad ogni presenza dichiarata corrispondono 5.6 presenze complessive.

Si tratta essenzialmente di turisti che scelgono di alloggiare in seconde case in affitto o di proprietà, ed in misura minore di turisti non registrati nelle strutture ricettive ufficiali.

Nello specifico una presenza registrata corrisponde a 3,8 complessive in provincia di Foggia, 10,2 nella BAT, 6,6 a Bari, 5,8 a Brindisi, 5,7 a Lecce, e 9,8 a Taranto.

L’analisi è stata condotta prendendo in esame una serie di dati, legati principalmente alla raccolta dei rifiuti solidi urbani e alla vendita dei giornali. Le slide dell’indagine sono visionabili su Slideshare: http://www.slideshare.net/Viaggiareinpuglia/whereispuglia-mercury

 

Foto @ Paolo Margari

Accetta i cookie per vedere questo contenuto

Ti potrebbe anche interessare:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Previous post:

Next post: